Come scegliere il lavabo per il bagno perfetto

Negli ultimi anni, da luogo di passaggio, utilizzato esclusivamente in caso di necessità, il bagno si è trasformato in un ambiente centrale dell’abitazione in cui funzionalità e design sono aspetti cruciali.

Questi elementi fondamentali, oltre a determinare il profilo tecnico ed estetico, creano un’atmosfera accogliente e consentono di svolgere le attività di igiene e cura personale in modo piacevole.

Quando l’arredamento del bagno è curato nei dettagli si ottiene un ambiente che riesce a coniugare estetica e funzionalità in modo perfetto. 

Tra tutti gli elementi da considerare, il lavabo gioca un ruolo importantissimo; sia perché è il primo elemento che viene notato nell’ambiente, sia perchè è quello che viene usato con maggiore frequenza, ogni giorno per più volte al giorno. Ecco perché scegliere il lavabo perfetto per il bagno non è una scelta da sottovalutare.

In questo articolo approfondiremo come scegliere il lavabo per il bagno, analizzando in primo luogo i principali fattori tecnici da considerare, senza tralasciare gli elementi estetici, fondamentali per rendere l’aspetto della stanza moderno ed elegante.

Lavabo per il bagno: quali aspetti considerare

Quando si sceglie il lavabo per il bagno perfetto è importante considerare diversi aspetti. Questo consentirà di ottenere un lavabo funzionale ma anche esteticamente gradevole e in accordo con i propri gusti.

Quattro sono le considerazioni fondamentali da fare per scegliere il lavandino giusto per il nostro ambiente:

  1. Lo spazio disponibile all’interno del bagno
  2. Il modello più adatto al tuo bagno
  3. La scelta dei materiali per la realizzazione del lavabo
  4. La rubinetteria: i dettagli che contano

Vediamo nel dettaglio cosa è necessario analizzare in ognuno di questi punti.

1.   Lo spazio disponibile all’interno del bagno

La prima valutazione da fare per scegliere il lavabo per il bagno perfetto riguarda lo spazio a disposizione all’interno del bagno. 

Le dimensioni della stanza devono essere attentamente analizzate in modo tale da assicurarsi di optare per soluzioni idonee al luogo in cui verranno installate, che non impattino sull’ambiente visivo rendendolo piccolo o oppressivo.

Chi dispone di un bagno dalle grandi dimensioni può optare per mobili componibili: si tratta di soluzioni valide e versatili, poiché offrono libertà di personalizzazione in termini di design, finiture e dimensioni.

Se al contrario si cercano soluzioni per arredare un bagno piccolo, è meglio optare per mobili da un solo blocco: ciò consente di avere un arredamento essenziale e pratico, che si coniuga perfettamente con la funzionalità e il design moderno.

Dal punto di vista estetico, invece, è possibile scegliere tra diversi abbinamenti. Tra i più apprezzati vi segnaliamo l’accostamento bianco – legno. Questa soluzione renderà la stanza molto luminosa e al contempo naturale, poiché il colore del legno esalta il bianco e viceversa.

Per ampliare ulteriormente lo spazio è possibile omettere il mobiletto ed inserire soltanto il ripiano per il lavabo. Lo spazio è molto più arioso e anche un bagno ridotto godrà di maggior respiro.

2.            Il modello più adatto al tuo bagno

Dopo aver considerato gli spazi disponibili, si può iniziare a valutare i vari modelli di lavabo disponibili. Il nostro consiglio è quello di privilegiare le opzioni che sono in grado, al tempo stesso, di adattarsi agli spazi del bagno e di soddisfare il personale gusto estetico. 

Oggi sul mercato sono disponibili diversi modelli di lavabo, tra i più comuni:

  • Il lavabo da appoggio
  • Il lavabo semincasso
  • Il lavabo con vasca integrata
  • Il lavabo freestanding
  • Il lavabo sospeso

Il lavabo da appoggio

Il lavabo da appoggio coniuga perfettamente il concept moderno ed elegante. Essendo posto sopra il mobile, spezza dolcemente la sua linea stilistica conferendo all’arredamento

un twist di stile di impatto.

Questa tipologia è particolarmente interessante perché permette di giocare con geometrie e colori. Infine, ha il vantaggio di essere particolarmente versatile e adattabile a diversi spazi, esigenze, mobili.

Il lavabo semincasso

Il lavabo semincasso viene inserito all’interno del mobile sottostante, con una parte superiore che sporge leggermente in superficie. Questa tipologia può essere considerata come una soluzione intermedia tra lavabo da appoggio e a incasso, in grado di fondere le caratteristiche della tradizione con quelle della modernità.

Il lavabo semincasso è perfetto per chi deve arredare un bagno piccolo, in quanto consente di risparmiare centimetri. Tuttavia, è necessario prestare attenzione alla pulizia: soprattutto negli incastri tra gli elementi si potrebbe accumulare dello sporco ostinato da rimuovere.

Scarica-Guida-Nami-Bath

Il lavabo con vasca integrata

Il lavabo con vasca integrata si configura come un unico elemento dove il lavabo è unito al mobile, diventando così una parte integrante del top.

Questa tipologia di lavabo è molto pratica e funzionale ed è particolarmente apprezzata da chi desidera un bagno dal design essenziale e minimalista.

Il lavabo free-standing

Il lavabo free-standing è adatto ad ogni tipologia di spazio, sia in termini di dimensioni sia in termini di estetica.

Il termine free standing significa “autoportante”: questo lavabo, infatti, ha una tipica forma a blocco che viene collocata direttamente sul pavimento. Versatile ed essenziale richiama il tradizionale lavabo a colonna, ma in una prospettiva più audace e chic.

I vantaggi di un lavabo free-standing sono numerosi: essi infatti sono la soluzione perfetta per chi desidera un bagno che sia al tempo stesso moderno ed elegante. Inoltre, risponde a diverse necessità ed esigenze: l’installazione può essere progettata in qualsiasi punto, sia a centro stanza, sia in un angolo o di lato.

Il lavabo sospeso

Il lavabo sospeso non è appoggiato a terra, ma viene collocato direttamente sulla parete. I vantaggi dei mobili sospesi sono riconducibili alla comodità e alla facilità di pulizia. 

L’estetica viene privilegiata in quanto si configura come un elemento dall’aspetto elegante ed estremamente attuale. Inoltre, grazie alla sospensione, è possibile dare all’ambiente un grande senso di ariosità e leggerezza sin dal primo impatto. Ciò consente di rispondere all’esigenza di ampliare otticamente l’ambiente.

I lavabo sospesi sono il simbolo della modernità, del design e dello stile, grazie alla loro linea essenziale e pulita. In questo modo, anche chi desidera un look contemporaneo sarà soddisfatto, senza rinunciare alla funzionalità.

3.            La scelta dei materiali per la realizzazione del lavabo

Scegliere il materiale del lavabo è altrettanto importante in quanto si tratta di un elemento sottoposto ad un frequente utilizzo e soggetto a continue sollecitazioni. Ecco perché assicurarsi di avere un lavandino di ottima qualità è essenziale. 

I primi requisiti da verificare quando si selezionano i materiali sono la resistenza e la resa estetica. Tra le materie prime che maggiormente coniugano stile moderno e prestazioni tecniche elevate ci sono:

  • Il lavabo in ceramica
  • Il lavabo in pietra
  • Il lavabo in gres
  • Il lavabo in cristallo
  • Il lavabo in resina

Il lavabo in ceramica

Il lavabo in ceramica rappresenta l’opzione più tradizionale quando si tratta di scegliere il lavabo per il bagno. Dal punto di vista tecnico, la ceramica si configura come un composto a base di argilla, caolino, minerali feldspati e quarzo, a cui possono essere aggiunte sabbie silicee, ossidi di ferro e alluminio.

Prima di essere cotta, la ceramica risulta essere un materiale facilmente malleabile e quindi facilmente lavorabile in diverse forme. Dopo la cottura diventa rigida e resistente. Successivamente viene applicato uno smalto che garantisce una migliore impermeabilità e protegge dall’usura agevolando la pulizia.

Il successo della ceramica deriva principalmente da un ottimo rapporto qualità – prezzo e una semplice manutenzione.

La pulizia del lavabo può essere fatta utilizzando un panno pulito e un detergente anche aggressivo: questo materiale, infatti, è molto resistente ai graffi e alle abrasioni nonché a tutte le temperature e all’esposizione alla luce.

Il lavabo in pietra

La pietra è un materiale naturale che presenta un caratteristico aspetto estetico, coniugando eleganza e robustezza. Tra le caratteristiche migliori della pietra c’è sicuramente la durevolezza, che la rende uno dei materiali più resistenti disponibili.

Chi desidera realizzare un bagno dal look naturale e rustico, può optare per un lavabo in pietra. L’effetto finale sarà sicuramente di grande impatto e originalità.

Il lavabo in gres

Il gres porcellanato ha una serie di vantaggi che è bene considerare nella scelta del lavabo giusto: intanto, è un materiale molto resistente e versatile. Dal punto di vista estetico, invece, permette di ottenere molteplici finiture di grande impatto visivo.

Il gres, infatti, può essere applicato in tutto l’ambiente, conferendo un look uniforme, raffinato ed elegante. Le finiture sono infinite: dal marmo estremamente resistente e caratteristico alla pietra, per un effetto naturale e materico.

Dal punto di vista tecnico, poi, è la scelta più performante: è resistente agli agenti chimici più aggressivi, all’umidità e al calore. Il materiale è anche inalterabile nel tempo: non risente dei raggi UV e resiste agli urti, ai graffi e alle abrasioni.

La lavorazione a cui è sottoposto, lo rende anche un materiale antibatterico ed igienico. 

Insomma, incredibili vantaggi tutti in un unico materiale.

Lavabo in cristallo

Il cristallo è un materiale che consente di ottenere un risultato estetico molto elegante e particolare, pertanto potrebbe essere in linea con le esigenze di coloro che vogliono ottenere un bagno dall’aspetto minimal, ma di grande stile.

Dal punto di vista della performance, il cristallo viene temprato e così ottiene una resistenza cinque volte superiore a un vetro tradizionale. Il piano in cristallo oltre ad essere un elemento di design, è atossico, riciclabile, facile da pulire e igienico.

La finitura può essere lucida o opaca: qualsiasi sia l’opzione che si sceglie l’interazione con la luce lo rende estremamente unico e particolare. Brillantezza e lucentezza in tutto l’ambiente sono garantite.

Lavabo in resina

I lavabi e i mobili da bagno in resina sono realizzati con materiali compositi, in quanto nel processo di produzione si associano diverse percentuali di materiali diversi. Nella maggior parte dei casi si tratta di minerali naturali come carbonato di calcio, l’arenaria o il quarzo e resine poliestere insature.

La presenza di minerali offre la stabilità, la durata e la forza dell’elemento, mentre la porzione plastica permette di eseguire una lavorazione duttile, dunque adatta a generare elementi di varia natura.

I sanitari in resina minerali offrono una grande resistenza e se inavvertitamente si rovinano possono essere sistemati con kit dedicati.

Per quanto riguarda la pulizia, il lavabo in resina richiede un trattamento con prodotti specifici, che non siano molto aggressivi.

Nonostante le cure richieste da questo materiale, il lavabo in resina ha una resa estetica unica e permette di ottenere forme estetiche e finiture molto particolari.

4.            La rubinetteria: i dettagli che contano

Quando si sceglie il lavabo perfetto, l’attenzione deve essere rivolta anche ai più piccoli dettagli. In questo senso si deve considerare anche la scelta della rubinetteria

Il rubinetto, infatti, è un elemento tanto piccolo quanto essenziale per svolgere quelle attività quotidiane che hanno luogo in bagno con praticità e funzionalità.

Scegliere il lavabo del bagno e i rubinetti corrispondenti sono azioni da svolgere in parallelo affinché si faccia una scelta coerente ed uniforme. Questi elementi infatti, devono integrarsi ed adattarsi nelle loro forme.

La varietà di finiture estetiche consente di soddisfare anche le esigenze più particolari: la finitura in ottone o in bronzo è perfetta per chi vuole ottenere un effetto retrò, mentre una rubinetteria nera o cromata si adatta perfettamente ai bagni minimal e moderni.

Gli amanti della tecnologia e della domotica, possono portare questa passione anche all’interno del bagno, scegliendo miscelatori dotati di pulsanti digitali, in grado di controllare pressione dell’acqua, temperatura e getto del flusso. Il tocco di classe è dato dall’integrazione di elementi a luce LED per ottenere il massimo benessere e beneficiare degli effetti della cromoterapia anche nel proprio bagno.

Come scegliere il lavabo: tutto ciò che c’è da considerare

In questo articolo abbiamo trattato un elemento del bagno spesso sottovalutato, ma fondamentale: il lavabo.

Nonostante passi spesso in secondo piano, quando si tratta di scegliere l’arredamento bagno, esso è un elemento in grado di impattare sia sul lato estetico e sia sul lato funzionale del bagno.

In questo articolo abbiamo scoperto tutte le considerazioni necessarie per scegliere il lavabo perfetto: in primo luogo è necessaria un’analisi preliminare dello spazio a disposizione. Successivamente è possibile scegliere il modello di lavandino che più si addice alla funzione che deve svolgere e al proprio gusto estetico.

Non si deve dimenticare il materiale. Oggi sul mercato ci sono infiniti materiali tra cui scegliere: la ceramica è il più tradizionale, ma negli ultimi anni il lavabo in gres o in materiali tecnici ha ottenuto un successo senza precedenti. 

Infine, anche i piccoli dettagli hanno un ruolo fondamentale: i rubinetti sono elementi tanto piccoli quanto importanti quando si parla di lavabo. Questo perché sono fondamentali per permettere al lavabo di svolgere le proprie funzioni; ma anche perché un dettaglio ben pensato è in grado di donare un aspetto unico e particolare a questo elemento.

Scarica-Nuovo-Catalogo-Nami-Bath