4 brillanti idee per il rivestimento del tuo bagno: gres e molto altro!

Se stai pensando ad una ristrutturazione o anche ad un semplice restyling del bagno con l’obiettivo di avere un bagno moderno ed attuale sei nel posto giusto: in questa guida troverai diverse brillanti idee per il rivestimento del tuo bagno

Questo ambiente oggi è sinonimo di cura di sé e relax, pertanto gioca un ruolo centrale nella casa. Inoltre, curare l’arredamento del bagno in modo meticoloso è indice di una generale attenzione a tutta la casa che non passerà inosservata ai visitatori. 

L’obiettivo finale dell’intervento è quello di ottenere un ambiente che rispecchi la tua personalità e i tuoi gusti: ecco perché le alternative sono tantissime e ognuno può trovare il proprio stile preferito!

Entriamo nel vivo dell’articolo e scopriamo quali sono le piastrelle attualmente in commercio e come sceglierle e quali sono i migliori abbinamenti per un risultato perfetto. 

Rivestimenti per il bagno: quali sono e quali scegliere

Oggi ci sono molti tipi di piastrelle per il bagno in commercio. Le caratteristiche essenziali che accomunano piastrelle di buona qualità sono la resistenza all’acqua e all’umidità, tuttavia le diverse tipologie consentono di ottenere effetti estetici completamente diversi. 

Se pensi che il gres sia la sola soluzione, ti sbagli. Vediamo insieme quattro idee brillanti per il rivestimento del tuo bagno

  1. Il rivestimento in gres porcellanato: questo materiale è conosciuto principalmente per la sua grande resistenza. Inoltre, è estremamente versatile dal punto di vista estetico: la finitura può essere effetto legno, pietra o monocolore. Ciò consentirà di ottenere un’imitazione di ogni tipo di rivestimento pregiato senza dover spendere cifre esose e prestare attenzione alle particolari manutenzione cui sono soggetti.
  2. Il rivestimento in ceramica: la ceramica è l’elemento più diffuso nelle abitazioni degli italiani, ma non sempre ciò è un male. Questo materiale, infatti, è oggi realizzato e proposto in moltissime forme e colori con le quali è possibile donare vivacità e carattere agli spazi di casa. Un esempio? Le piastrelle geometriche che spesso sono utilizzate dietro la specchiera del lavabo o nel box doccia. 
  3. Il rivestimento in pietra: materiale particolare e originale, la pietra è principalmente utilizzata per creare ambienti dal forte impatto visivo. Chi desidera ottenere un bagno rustico, ma al tempo stesso con un forte carattere e una forte personalità può optare per la pietra. Unica nota dolente: la manutenzione. La pulizia della pietra, infatti, è un processo a cui prestare particolare attenzione se non si vuole incorrere in un deterioramento del materiale. 
  4. Il rivestimento a mosaico: i giochi di colore che sono in grado di riprodurre i rivestimenti a mosaico sono unici: queste piastrelle, infatti, sono realizzate in un formato estremamente piccolo e pigmentato. Ciò consente di creare eleganti composizioni, come un vero e proprio mosaico, o alternare sfumature di colore. L’effetto finale è una questione di gusto e personalità del soggetto, in quanto le differenti combinazioni portano a risultati sempre diversi. 

Entriamo nel dettaglio e vediamo alcune idee brillanti per il rivestimento del tuo bagno: soluzioni che contribuiranno a ottenere uno stile originale e personalizzato in base ai propri gusti e alla propria personalità: sia che siate amanti del colore, sia che siate amanti dello stile essenziale e minimal. 

Scarica-Guida-Nami-Bath

  1. Il rivestimento in gres porcellanato

Il gres porcellanato è un materiale dalle caratteristiche tecniche uniche e altamente performanti. Resistente all’usura e agli agenti chimici è anche  altamente adattabile dal punto di vista estetico. 

La versatilità di questo materiale consente di ottenere tantissime opzioni diverse in termini di finiture, colorazioni e formati. 

Un esempio? Le piastrelle in gres porcellanato sono pressoché inalterabili nel tempo e resistenti ad agenti chimici, alle abrasioni e all’usura. Inoltre sono facili da pulire e non necessitano di manutenzione. 

La personalizzazione delle piastrelle è estrema: disponibili in diversi colori e finiture, permettono di ottenere combinazioni e accostamenti nuovi e unici. Le ultime tendenze cercano di abbinare stili di arredo diversi: combinando per esempio un rivestimento con finitura effetto marmo ad un rivestimento effetto legno. Il risultato è un bagno elegante e unico nel suo genere.

I rivestimenti in gres porcellanato effetto legno possono essere installati anche nella cabina doccia o dietro la vasca. Grazie alla resistenza all’umidità e al calore di questo materiale le pareti della doccia manterranno inalterata la loro estetica.

Il bagno total white è uno dei più moderni e sinonimo di eleganza e raffinatezza. Un twist interessante è combinare il bianco ad alcuni dettagli in legno chiaro e naturale: ciò aumenta la lucentezza del bianco, e anche i bagni più piccoli risultano valorizzati.

  1. Il rivestimento del bagno in ceramica

Il rivestimento in ceramica rimane una delle opzioni più diffuse nelle case degli italiani. Ciò non significa essere fuori moda: alternando la forma delle piastrelle, le finiture e le dimensioni è possibile ottenere un bagno dall’aspetto senz’altro moderno e originale.

Il rivestimento bianco e nero a scacchi, per esempio, crea un ambiente estremamente ricercato e personalizzato. Abbinandolo ad una vasca moderna e di design, il look eclettico e sofisticato è assicurato. Provare per credere.  

Per chi preferisce giocare con le forme piuttosto che con i colori è possibile optare per le piastrelle geometriche: tra gli esempi più trendy ci sono i rivestimenti esagonali in colore pastello. Il tocco di stile è conferito dalla posa: non sono poste su tutta la parete, ma si interrompono a metà, in modo da creare un contrasto particolare e d’effetto. 

Per illuminare un bagno piccolo o renderlo unico e particolare, un’idea potrebbe essere quella di aggiungere elementi colorati nell’ambiente

Una colonnina rossa in una stanza dai toni neutri è in grado di creare una composizione estremamente moderna e di carattere che attirerà subito l’attenzione di chiunque varchi la porta del bagno.

  1. Il rivestimento del bagno in pietra

La pietra è un materiale di nicchia, bellissimo alla vista e piacevole al tatto; soprattutto se viene scelta come rivestimento per la doccia. Il tocco di classe è optare per un box doccia con vetro trasparente e senza inserti in metallo.

Questo materiale è estremamente versatile ed è in grado di adattarsi a qualsiasi stile si ricerchi: i rivestimenti si abbinano con facilità ad ogni tipologia di pavimento grazie al loro effetto naturale. Sia chi desidera un bagno moderno, sia chi preferisce lo stile industrial può essere accontentato scegliendo il rivestimento in pietra, a maggior ragione se le piastrelle sono di dimensioni importanti. 

L’unico svantaggio dei rivestimenti in pietra riguarda la manutenzione: essendo un materiale naturale ha bisogno di qualche cura particolare rispetto agli altri materiali. Il sacrificio è ripagato dal risultato estetico: un effetto così particolare e ricercato non può essere ottenuto con altri materiali. 

L’abbinamento tra diversi formati crea giochi di volume unici e caratteristici enfatizzando ancor di più le caratteristiche naturali di questo materiale. Un accorgimento che è bene tenere presente è di inserire i rivestimenti in pietra in spazi luminosi e ampi, in modo che l’ambiente non risulti più cupo e spento. 

La pietra è usata spesso nelle baite, negli hotel di lusso in montagna o negli alberghi vicini agli impianti sciistici per donare un effetto naturale alla stanza e restituire la sensazione di essere in mezzo alla natura. Oggi, è largamente diffusa anche in città per dare un tocco “rustico” anche ai bagni più raffinati. 

  1. Il rivestimento del bagno con piastrelle a mosaico

Il mosaico è la scelta perfetta per gli amanti dei colori: chi sogna un bagno vivace e allegro realizzerà il suo desiderio scegliendo le piastrelle a mosaico. 

Le colorazioni tra cui scegliere sono infinite: chi ama i toni neutri può optare per un look che tocca tutte le sfumature del marrone fino all’arancio; mentre chi vuole osare può scegliere di combinare diverse tonalità e cromie per ottenere un bagno unico e caratteristico. 

Allo stesso modo chi desidera un bagno che trasmetta tranquillità può optare per l’azzurro: questo colore ricorda l’acqua e l’oceano donando una sensazione di pace e benessere senza eguali. 

Attenzione a non cadere nell’effetto piscina: per evitarlo è sufficiente progettare il bagno scegliendo diverse sfumature di azzurro, intervallando alcuni tasselli bianchi; oppure scegliendo di rivestire soltanto la parete della vasca. 

Per un bagno audace ci sono proposte particolari che vedono l’abbinamento del rosa e del viola. Questi colori sono considerati moderni e di carattere e si sposano perfettamente con i componenti di arredo minimale e tondeggianti. 

Insomma, il mosaico consente di personalizzare il rivestimento del bagno a tutti gli effetti: in questo modo potrai avere una soluzione completamente rivista in base ai tuoi gusti e alla tua personalità. 

Rivestimento per il bagno: come disporre le piastrelle

Una volta scelto il materiale e l’effetto che si vuole ottenere, è necessario pensare allo schema di posa delle piastrelle.

Lo schema di posa è un’altra decisione che impatta notevolmente sul risultato finale. Una posa più regolare rende la parete più statica, una disposizione verticale conferisce un effetto più slanciato verso l’alto; lo schema a spina di pesce, invece, dona movimento e rende dinamica la parete. 

Dalle pareti al pavimento: alla ricerca di continuità

Un’idea molto interessante all’interno del bagno è quella di porre anche in alcuni punti del pavimento il rivestimento scelto per le pareti del bagno. Ad esempio, una piastrella che ricorda le maioliche tradizionali  può essere posata in modo casuale, alternata a piastrelle in tinta unita che alleggeriscono il disegno e rendono l’insieme più attuale. 

L’effetto finale sarà una continuità originale in tutte le superfici della stanza, creando uno stile unico e originale. 

Piastrelle esagonali per un effetto scenografico

La posa delle piastrelle esagonali potrebbe essere pensata in maniera tradizionale o più scomposta. Una delle ultime tendenze e novità 2020 è proprio la geometria e la tridimensionalità dei rivestimenti. 

In questo senso, dietro allo specchio del mobile del bagno, per esempio, è possibile collocare le piastrelle in modo irregolare e disordinato. In questo modo non c’è bisogno di tagliare i singoli elementi ma la geometria stessa aggiunge un abbellimento al decoro. L’effetto scenografico è garantito

Posa a spina di pesce su tutte le superfici

Se in passato era stata accantonata, oggi la posa a spina di pesce è tornata di gran moda. Non solo per il pavimento, ma su tutte le pareti: è in grado di modificare completamente il look del bagno. 

Per realizzarla il nostro consiglio è scegliere un formato rettangolare stretto e lungo. Il risultato è un effetto dinamico che spezza la staticità della stanza. Anche in questo caso il risultato è dato dal tipo di piastrella scelto, dalla dimensione e dal colore della fuga.

La logica è sempre quella di bilanciare gli elementi, pertanto consigliamo di usare una posa così particolare soltanto su una superficie; magari in due colori diversi e combinare piastrelle dai formati diversi. 

Piastrelle dello stesso colore, ma in formato diverso

Il tono su tono è un effetto che non passa mai di moda e non stanca mai. Per aggiungere un tocco originale, consigliamo di inserire formati diversi: ad esempio, combinando piastrelle 30×60 con il mosaico della stessa tipologia. 

Più si aumenta la differenza di formato, più il contrasto sarà evidente. Un’opzione interessante è quella di sfalsare lo schema di posa e creare una direzione diagonale sulle pareti, eccetto nella zona del lavabo. Qui consigliamo il mosaico, per un decoro sobrio e intramontabile.

L’ultimo accorgimento è aggiungere un tocco di colore con asciugamani e accessori da appoggio: piccoli dettagli che danno un risultato molto diverso a tutto l’ambiente a seconda del colore e del materiale in cui sono realizzati. Inoltre, basta davvero poco per sostituirli!

Rivestimento del bagno: idee per un bagno unico e originale

In questo articolo abbiamo descritto diverse soluzioni e idee per il rivestimento del bagno. Nonostante il gres sia il materiale più diffuso e utilizzato, ci sono diverse opzioni tra cui è possibile scegliere. 

Il gres rappresenta la soluzione più vantaggiosa, grazie alle sue caratteristiche tecniche e alla varietà di colori e formati disponibili; ma il mercato offre alcune interessanti alternative. 

Chi ama la tradizione può optare per piastrelle in ceramica, le quali sono ampiamente diffuse e disponibili in diverse colorazioni e formati. 

Chi ama uno stile industrial e rustico può scegliere il rivestimento in pietra: il materiale naturale consente di ottenere una soluzione particolare e ricercata. 

Infine, per un effetto vivace e ricco di colore il rivestimento a mosaico è la soluzione ideale. Questo materiale consente di ottenere una vera e propria personalizzazione dell’ambiente conferendo un aspetto estremamente originale alla stanza. 

Dopo aver scelto il tipo di materiale e il colore che si desidera utilizzare, è necessario pensare anche alla posa delle piastrelle. Scegliere una posa tradizionale piuttosto che una posa geometrica scomposta o a spina di pesce impatta in modo importante sul risultato finale. 

Siamo sicuri che in questo articolo avrai trovato qualche spunto interessante per il tuo bagno, ora non ti resta che agire. Buona fortuna!

Scarica-Nuovo-Catalogo-Nami-Bath