Come ottenere una perfetta pulizia di un bagno in gres

In nessun altro ambiente, come nel bagno, le piastrelle sono protagoniste incontrastate di pavimenti e pareti. 

In particolare, su tutte le ceramiche, è il gres a prevalere, prodotto che consente di imitare l’estetica di tantissimi materiali.

E a maggior ragione nel bagno – dove i mobili sono ridotti al minimo – sono proprio le piastrelle a imprimere alla stanza un determinato stile piuttosto che un altro. Un tempo considerato locale di servizio, il bagno – anche quando è di piccole dimensioni – è sempre più realizzato puntando sul design di ogni tipo di soluzione, dai sanitari ai mobili, fino alle docce.

Prima di apprendere come pulire perfettamente un bagno in gres è utile conoscere alcune informazioni sulle caratteristiche e le proprietà di questo materiale.

Perché utilizzare il gres in bagno

Il gres è uno dei materiali più utilizzati nell’arredamento soprattutto per le sue caratteristiche e proprietà, tra le più importanti ricordiamo:

  • resistenza all’abrasione
  • resistenza al calpestio
  • resistenza all’usura e al tempo
  • resistenza ai prodotti chimici
  • resistenza all’azione degli agenti atmosferici
  • compattezza
  • versatilità
  • grande impatto estetico

In un ambiente particolare come il bagno, la scelta del gres è particolarmente indicata. 

In primo luogo le collezioni di piastrelle attuali spaziano fra finiture che imitano il legno, la pietra o il marmo a quelle che sembrano tappezzerie, con disegni d’ogni tipo o con superfici dall’aspetto tessile. E anche per i formati, si va dal piccolissimo al grande, dall’effetto mosaico alle maxi lastre tipo cemento. 

In secondo luogo le recenti innovazioni in questi materiali permettono di coniugare tanto nei grandi formati quanto nelle piastrelle di pochi centimetri di lato, il design creativo e la resistenza all’usura, ai detergenti, agli urti, ai cicli di caldo e freddo. 

Infine, la semplicità della posa. Grazie all’innovazione tecnologica e a particolari accorgimenti, anche le piastrelle di grandi dimensioni diventano più facili da posare, e quelle con spessori ridotti (anche 7 millimetri) risultano più adatte a essere posate su rivestimenti esistenti. 

A questo punto, avrai capito che scegliere il gres in bagno è una scelta molto vantaggiosa. 

Non ci resta che esplorare le principali tecniche di pulizia e i consigli su come pulire e sgrassare al meglio il pavimento gres porcellanato in modo semplice e funzionale.

 

pulizia-bagno-gres

Come pulire il gres porcellanato opaco e ruvido.

Ecco alcuni semplici suggerimenti su come pulire e sgrassare questo specifico pavimento in gres porcellanato opaco e ruvido.

Nessuno tendenzialmente spiega come svolgere questa attività di pulizia, noi ti daremo qualche suggerimento per una perfetta pulizia del tuo pavimento in gres.

Questa guida ti aiuterà ad apprendere che in poche e semplici azioni quotidiane potrai prenderti cura della bellezza del tuo pavimento porcellanato, sia interno che esterno.

In commercio esistono infinite tipologie di gres porcellanato, con diverse caratteristiche, quali:

  • Effetto pietra naturale
  • Effetto legno
  • Effetto ruvido
  • Effetto opaco
  • Effetto marmo

Il successo di come lavare il gres porcellanato opaco e ruvido e i suoi rivestimenti è dovuto, in gran parte, alla facilità di manutenzione e pulizia. Questa è una caratteristica che ti farà risparmiare tempo, ed è un fattore fortemente da considerare in fase di scelta del miglior pavimento (interno o esterno) per la tua casa.

Come pulire il gres ruvido

Inizialmente per pulire un pavimento in gres porcellanato ruvido (e quindi naturalmente opaco) è utile togliere accuratamente dalla superficie tutta la polvere in eccesso. 

Questo tipo di pavimento ha un livello basso di assorbimento delle macchie, ma necessita comunque di alcune pratiche accortezze. Dopo aver utilizzato uno specifico straccio per pulire la superficie e tolta tutta la polvere in eccesso, è consigliabile trattare il gres porcellanato opaco e ruvido con detergenti non troppo invasivi, per evitare di rovinare la superficie. Un consiglio molto utile è che solitamente lo sporco rimane bloccato soprattutto nelle venature della versione opaca e strutturata.

Il gres porcellanato opaco e ruvido è un materiale molto resistente, ma richiede comunque una cura delicata per mantenerlo pulito e funzionante nel tempo.

Come pulire il gres opaco

Pulire un gres porcellanato opaco è senz’altro più semplice; grazie alla particolare composizione dei materiali, ovvero delle piastrelle di ceramica compatta dura e non porosa.

Nel caso del bagno, ti consigliamo di utilizzare detergenti neutri per non creare aloni o fastidiose chiazze sulla superficie.

Come pulire il gres effetto legno

Il gres porcellanato effetto legno è sicuramente una delle tipologie di gres più resistenti in commercio e richiede pochi interventi di manutenzione straordinaria o cure particolari.

Stiamo parlando dunque di un materiale molto agevole da lavare e pulire.

È utile, per iniziare la pulizia quotidiana, spazzare il pavimento in gres porcellanato effetto legno e ridurre al minimo la polvere, utilizzando un panno specifico al fine di raggiungere le parti più ruvide. Un qualsiasi detergente neutro è più che idoneo per la pulizia della pavimentazione realizzata con questo materiale.

Risulta molto importante al fine di conoscere come pulire il pavimento porcellanato effetto legno, evitare di utilizzare prodotti oleosi per non rovinare e scheggiare la superficie del pavimento. Questo è uno dei principali errori che vengono fatti, ma se seguirai questo consiglio la tua superficie non subirà nessuna crepa o graffio!

Per una pulizia a lunga durata, che permette di salvaguardare a lungo termine le pavimentazioni in gres porcellanato effetto legno, si può utilizzare un prodotto specifico che protegge la superficie del materiale creando una specie di barriera contro lo sporco.

Altro aspetto determinante per la buona tenuta del pavimento è conoscere come lucidare il gres porcellanato effetto legno. Si può infatti rendere più lucido e pulire il gres porcellanato effetto legno tramite delle levigatrici che, con rulli specifici, donano al pavimento lucentezza nel tempo. Questi strumenti sono utili a far rimanere la superficie brillante come quando appena installata e posata.

pulizia-bagno-gres

Gres porcellanato in bagno: come togliere macchie sul pavimento 

Non sempre siamo in grado di riconoscere la tipologia di macchie presenti sul pavimento e spesso si teme che non possano andar più via, rovinando la superficie definitivamente.  Non farti prendere subito dal panico! La prima cosa da sapere su come togliere macchie sul gres porcellanato è la facilità di pulizia di questo materiale. È infatti quasi impossibile macchiare in modo irreversibile con le normali sostanze che troviamo in casa il pavimento in gres.

Pulizia quotidiana

Per la pulizia quotidiana raccomandiamo l’uso di un detergente neutro.

Evitare l’uso di detergenti ampiamente disponibili contenenti cere e additivi lucidanti che possono depositare aloni indesiderati sul pavimento. 

Si sconsiglia rigorosamente l’uso di cere saponi grassi, riempitivi e vari trattamenti (idrorepellente e oleorepellente) su materiali in gres, poiché non sono necessari. Se i trattamenti di cui sopra sono stati applicati, dovranno prima essere rimossi dal pavimento utilizzando prodotti specifici seguendo le istruzioni del produttore.

In bagno molto spesso si presentano situazioni di presenza di calcare e sporco ostinato, in questo caso è necessario un detergente acido, diluito in acqua a seconda dei casi (seguire sempre le istruzioni sull’etichetta).

Va notato che l’acido fluoridrico (HF) e i suoi derivati ​​possono danneggiare le piastrelle in modo permanente.

Per le operazioni di pulizia ordinarie raccomandiamo l’uso di candeggina o ammoniaca, opportunamente diluito in acqua.

Per tutte le superfici levigate, è necessario l’uso di attrezzature per la pulizia non abrasive per evitare che la superficie rimanga lucida o si graffi.

Si consiglia inoltre di lasciare asciugare il pavimento correttamente per evitare la formazione di macchie.

Pulizia straordinaria

In caso di macchie particolari o particolarmente tenaci, è consigliabile l’uso di detergenti specifici, come indicato nella Tabella 1 : “prodotti per la pulizia “. Non va inoltre dimenticato che la rimozione di qualsiasi tipo di macchia è più agevole quando questa è ancora fresca. E’ importante fare sempre un test preventivo prima dell’uso dei prodotti detergenti, in particolare su gres porcellanato.

Tabella 1 – Prodotti per la pulizia

pulizia-bagno-gres

Pulizie green: una ricetta per la pulizia del gres con prodotti naturali

La pulizia della casa con prodotti naturali non è un’utopia, anzi, è un metodo economico, ecologico ed efficace.

Vediamo una ricetta semplice e veloce per pulire un bagno in gres con prodotti naturali ed ecologici. 

Per questa ricetta serviranno: 

  • 1 bicchiere di aceto bianco o aceto di mele
  • 3 L di acqua calda
  • 10 gocce di tea tree oil (facoltativo)

Per lavare i pavimenti grès porcellanato possiamo utilizzare un bicchiere di aceto bianco diluito in tre litri di acqua calda, che andrebbe sempre utilizzata perché già da sola uccide molti microbi e aumenta la detersione. Non è necessario risciacquare. 

L’aceto sgrassa, lucida e tiene lontani i piccoli insetti. Se riteniamo l’odore di aceto bianco sgradevole, è possibile utilizzare l’aceto di mele.

Nel caso in cui vi siano animali in casa o si vuole aumentare il potere igienizzante della miscela si possono aggiungere all’acqua 10 gocce di tea tree oil, che è battericida e antimicotico.

Ricordati di usare sempre un panno in microfibra che cattura lo sporco più a fondo e con meno fatica. Esistono molte spazzole che hanno anche dei buchi sulla base superiore dove poter incastrare il panno in modo da pulire più agevolmente.

Pulizia in pillole

In questo articolo abbiamo descritto le principali tecniche di pulizia di un bagno in gres. 

Vediamo, dunque, cosa tenere a mente per ottenere una perfetta pulizia. 

A seconda del tipo di gres, si adottano sistemi di pulizia diversi: 

  • Gres ruvido: in questo caso è bene prima togliere tutta la polvere che potrebbe essersi accumulata nelle venature, per poi procedere con la pulizia della superficie con prodotti non troppo aggressivi, ma neutri, in modo tale da non danneggiare la superficie. 
  • Gres opaco: è il tipo di gres meno impegnativo in termini di pulizia. In questo caso è possibile pulire direttamente con detergenti neutri i quali non creeranno nessuna problematica.
  • Gres effetto legno: anche in questo caso è preferibile un detergente neutro, in quanto delicato e rispettoso dei materiali. Sconsigliati sono tutti i prodotti oleosi in quanto potrebbero danneggiare le superfici o alterarne i colori. 

Per la pulizia ordinaria si consigliano l’uso di cere saponi grassi, riempitivi e vari trattamenti (idrorepellente e oleorepellente) sul prodotto supergres, poiché non sono necessari.

In un ambiente come il bagno è possibile che si verifichino situazioni in cui è presente una certa quantità di calcare  è necessario un detergente acido, diluito in acqua a seconda dei casi. 

Infine, non dimenticare che esistono alcune ricette fai da te, naturali ed ecologiche che garantiscono comunque una corretta pulizia del tuo bagno senza rinunciare al rispetto dell’ambiente. 

Scarica-Nuovo-Catalogo-Nami-Bath