Vasche da bagno in ripresa: quali sono i materiali più ricercati?

La scelta del materiale con cui viene realizzata o rivestita una vasca da bagno è sempre di fondamentale importanza per donare all’ambiente un tocco di originalità.

Attraverso la tipologia di materiale scelto, infatti, si otterranno risultati molto differenti, sia dal punto di vista della qualità che dell’impatto estetico e tattile, che devono esprimere la personalità ed il gusto di chi lo sceglie.

Optare per un materiale piuttosto che per un altro non è un’azione semplice, anche perché oggi il mercato offre tantissime soluzioni ed ognuna crea effetti diversi, contribuendo a donare all’ambiente uno stile particolare e personalizzato.

Si otterranno quindi vasche da bagno più o meno resistenti ai graffi e agli urti, caratterizzate da proprietà termiche e fisiche differenti.

Vediamo allora quali sono i materiali più ricercati per le vasche da bagno.

I rivestimenti per le vasche da bagno: ciascuno ha il suo stile

Non tutti i materiali e rivestimenti si adattano con facilità allo stile della casa da arredare.

Ad esempio, materiali come lo smalto acrilico, la resina e il grès porcellanato sono perfetti per case dall’impostazione moderna; mentre il marmo o la pietra sono adatti per abitazioni dallo stile più rustico e tradizionale.

Resina e smalto

L’opzione più semplice e immediata è sicuramente quella di verniciare la superficie della vasca da bagno con uno smalto acrilico oppure con della resina, la quale garantisce una maggiore durata nel tempo.

Questi due materiali offrono la possibilità di giocare con tutti i colori, che diventeranno così i protagonisti della scena.

Sarà possibile optare per tonalità accese, per attirare l’attenzione sull’elemento vasca da bagno, oppure riprendere la stessa tonalità del pavimento, conferendo all’ambiente un tocco di eleganza e raffinatezza.

Pietra: la soluzione ideale per un bagno dallo stile tradizionale

Rispetto alla vernice la spesa per questo tipo di rivestimento è sicuramente più alta, tuttavia la durata della resa estetica è praticamente perenne.

La pietra è l’ideale per rivestire una vasca da bagno di grandi dimensioni di un ambiente dallo stile tradizionale, classico o rustico poiché, impreziosita con intagli di vario genere, rende la vasca la protagonista della stanza definendola quasi come una scultura.

Legno

Può sembrare strano o inadatto inserire un materiale vivo come il legno in un ambiente umido come il bagno, tuttavia già negli anni scorsi è stato utilizzato come pavimentazione nella stanza da bagno, adeguatamente trattato.

Perciò rivestire una vasca da bagno con tale materiale può apparire una soluzione di pregio che conferirà luce al bagno, rendendo l’ambiente caldo e accogliente, ideale per abitazioni al mare o in montagna, magari applicato in continuità con la pavimentazione per un risultato uniforme e raffinato.

Il rivestimento in legno più adatto per la vasca da bagno è sicuramente il teak, poiché essendo ideato per esterni non presenta problemi a contatto con l’acqua e non deve essere verniciato.

Altri tipi di legno invece richiedono trattamenti particolari, in grado di aumentarne la resistenza e la durata nel tempo, come il legno laccato ad esempio, che consente la scelta del colore della vernice garantendo allo stesso tempo l’incremento della resistenza del materiale all’acqua e ne consente una più semplice la pulizia, rendendolo liscio, lucido e brillante.

Vetro

Il rivestimento in vetro è il simbolo massimo di luminosità e lucentezza per la vasca da bagno. La posa di lastre che possono essere trasparenti ma anche colorate conferirà un aspetto sobrio ma molto elegante alla vasca.

Uno stile modernissimo e lussuoso.

Guida per riconoscere il miglior arredo bagno

Marmo

I bagni in marmo sono da sempre sinonimo di eleganza e sfarzo, materiale molto splendente e raffinato, che allarga l’ambiente con la sua grande luminosità.

Le lussuose vasche da bagno in marmo diventano protagoniste di ambienti unici e minimali all’interno dei quali sono sufficienti pochi elementi essenziali per definire lo stile e l’alta classe del design.

Applicando una lastra abbastanza spessa è anche possibile ottenere una superficie d’appoggio per i prodotti o gli asciugamani.

Piastrelle

Un’opzione interessante per il rivestimento della vasca da bagno è la scelta di piastrelle di vario tipo e di dimensioni diverse.

Posando piastrelle molto lucide sulla vasca da bagno l’effetto che si otterrà sarà molto luminoso; inoltre la capacità riflettente delle piastrelle allarga visivamente gli spazi, anche i più ridotti.

Questa tipologia di rivestimento offre la possibilità di applicare colori scuri senza alcuna problematica.

Mosaico

La tecnica del mosaico potrebbe mostrarsi un’ottima idea come rivestimento della vasca per rendere il bagno moderno e particolare, soprattutto per vasche da bagno realizzate in muratura, che possono essere rivestite anche all’interno, donando continuità all’ambiente.

La manutenzione è un po’ più impegnativa rispetto agli altri materiali in quanto le fughe tra i tasselli devono essere pulite accuratamente per evitare che cambino colore con il passare del tempo.

Corian

Il corian è un materiale resinoso e composito che permette di personalizzare le forme della vasca da bagno.

E’ stato infatti concepito con il preciso intento di creare componenti eleganti ed esclusivi.

I vantaggi delle vasche da bagno in corian sono:

  • facilità e praticità di pulizia
  • Incollaggi invisibili
  • Massima igiene
  • Riparazione di graffi, rotture, lesioni
  • Si può levigare in qualsiasi momento e ridare così nuova vita e lucentezza

Grès

La caratteristica più bella del grès è che è in grado di rappresentare esteticamente qualsiasi materiale ma con le funzionalità della ceramica.

Le piastrelle infatti sono disponibili in diverse dimensioni e con differenti fantasie, come l’effetto pietra, marmo, legno, fantasie accese e colorate per ambienti semplici e lineari… adattandosi così a qualsiasi stile.

Il grès può quindi conferire vivacità e colore e attirando l’attenzione proprio sull’elemento vasca da bagno, oppure regalare eleganza e sobrietà attraverso toni più neutri.

Si tratta di un’alternativa che supera il tempo e le tendenze del momento.

Altri possibili materiali per le vasche da bagno

Acciaio

Le vasche da bagno in acciaio sono le più solide ed economiche, tuttavia con il passare del tempo il rivestimento potrebbe scolorirsi e perdere la sua lucentezza naturale.

È possibile anche optare per quelle in acciaio smaltato, che si adattano perfettamente ai cambi di temperatura, ma risultano molto fragili e anch’esse possono rovinarsi.

Ceramica

Le vasche da bagno di ceramica hanno una rifinitura molto fine ed elegante.

Sono molto resistenti ma se colpite in maniera brusca è facile che si creino crepe nel materiale.

Scarica-Guida-Nami-Bath

Ghisa

Le vasche da bagno in ghisa sono le più durature a livello temporale, poiché molto resistenti.

La ragione della loro durevolezza è che sono composte da ghisa rivestita di smalto nella forma e nel colore che il cliente può scegliere a proprio piacimento.

Queste vasche da bagno si abbinano alla perfezione in un ambiente dallo stile vintage e retrò in quanto sono composte dello stesso materiale che veniva utilizzato in passato.

Acrilico

Uno dei materiali più utilizzati oggi è l’acrilico, che consente forme ricercate e sofisticate, dal design morbido e svariato, grazie alla particolare lavorabilità che consente di attribuire qualsivoglia forma alla vasca da bagno.

Il motivo del suo successo è dato dalle ottime qualità che possiede, come la leggerezza, la resistenza e la compattezza, ottenendo così una rifinitura perfetta e creazione dalle curve e dai bordi ben definiti.

In acrilico è possibile trovare diverse varietà per cui può essere più o meno facile che la vasca da bagno possa graffiarsi o rovinarsi: è consigliato infatti scegliere uno spessore elevato sinonimo di alta qualità.

Non vi è alcun limite per quanto riguardano gli stili ed i colori, e la sua superficie è semplice da pulire. Inoltre, essendo molto meno pesante di altre vasche da bagno, è molto più semplice da trasportare.

Ecco i materiali per le vasche da bagno

Le vasche da bagno sono forse uno dei sanitari più antichi presenti nelle abitazioni.

Basti pensare che venivano utilizzate già all’epoca dei Greci e dei Romani in pietra o materiali pregiati per la borghesia; mentre in ferro per il popolo.

Con lo scorrere dei secoli si passò dal ferro al legno per poi giungere ai rivestimenti più resistenti in ceramica, vetroresina e porcellana, che oggi ritroviamo ampiamente, insieme ad altri nuovi materiali che consentono di realizzare prodotti dal design ricercato senza perdere la loro bellezza con il passare del tempo, come il grès.

In particolare:

  • la ceramica è un materiale molto resistente che consente di eseguire creazioni di design durature nel tempo e di poter adoperare diversi colori per rendere il sanitario maggiormente sofisticato.
  • il legno rievoca il senso di natura per un maggior relax, infatti alcune tipologie di legno hanno proprietà antibatteriche e rilassanti.
  • la pietra è da sempre di grande fascino. Tale materiale viene adoperato per prodotti di grandi dimensioni e molto scenografici.

Inoltre, la versatilità dei materiali adoperati per le vasche da bagno consente di poter realizzare elementi nel classico color bianco, ma anche in differenti altre gamme di colori per poter creare l’ambiente bagno che si desidera.

Scarica nuovo catalogo Nami Bath