come_illuminare_il_bagno

Come illuminare il bagno: consigli per ambienti grandi e piccoli

Il bagno è un ambiente che spesso possiede finestre piccole e ridotte rispetto agli altri ambienti della casa. Alcuni bagni addirittura sono “ciechi”, in quanto privi di aperture.

Ecco perché una presenza parziale di luce naturale richiede uno studio dell’illuminazione curato e approfondito, in modo tale che anche questo ambiente particolare sia valorizzato e non sembri più piccolo e buio di quanto non sia.

Considerando questi aspetti, vediamo come illuminare il bagno, quali sono le regole generali da seguire e le scelte migliori in caso ci si confronti con ambienti grandi o piccoli.

come-illuminare-il-bagno

Illuminare il bagno: consigli utili da cui partire

Nonostante i bagni possano avere diverse dimensioni, forme e stili, ci sono alcune regole generali che è fondamentale conoscere per avere la giusta illuminazione dell’ambiente.

Tra le regole generali da tenere presente quando si decide di progettare come illuminare il bagno ci sono:

  • Disposizione generale delle luci del bagno
  • Posizionamento delle luci sopra lo specchio
  • Colorazione delle luci del bagno

Vediamo ora queste regole nel dettaglio.

Disposizione generale delle luci del bagno

La prima regola da tenere presente è che la luce deve essere distribuita in modo uniforme, in modo tale da raggiungere tutti gli angoli della stanza.

Questo effetto è spesso ottenuto con le plafoniere a soffitto, ma anche con degli apparecchi che proiettano il fascio luminoso direttamente contro le superfici orizzontali e verticali dell’ambiente.

Si tratta di soluzioni che mettono in grande risalto l’arredo bagno, in particolar modo quando i complementi ed i sanitari sono realizzati in materiale lucido e di colore chiaro.

In base alle dimensioni del bagno, aumenteranno i punti luce necessari per illuminare alcune aree davvero importanti, come il lavabo, lo specchio e la vasca o il piatto doccia.

illiuminare-il-bagno

Posizionamento delle luci sopra lo specchio del bagno

Lo specchio del bagno è uno dei principali punti in cui è necessario studiare il posizionamento delle luci perfetto.

In questa zona, infatti, è necessario un elevato grado di illuminazione: che si tratti di farsi la barba, nel caso degli uomini, o truccarsi nel caso delle donne, lo specchio del bagno deve essere dotato della giusta illuminazione.

Per migliorare l’illuminazione, non è necessaria una ristrutturazione del bagno o uno stravolgimento totale, basteranno anche alcuni piccoli accorgimenti.

Un consiglio che vogliamo darvi è quello di scegliere una luce tendente al bianco neutro, in modo tale da non modificare il colore della pelle. Inoltre, la potenza di illuminazione inoltre dovrà essere intensa, ma non abbagliante, così che l’occhio possa essere attento per un tempo prolungato e senza stancarsi.

In questa zona, è consigliato disporre le luci frontalmente e in modo diffuso, ciò permetterà di avere una luce di qualità e priva di ombre.

Colorazione delle luci del bagno

Quando si decide come illuminare il bagno,  un aspetto importante è quello della colorazione delle luci.  In questo ambiente, è possibile scegliere tra diverse alternative: luci dalle tonalità calde, fredde, oppure naturali.

Nella maggior parte dei casi, si tende a prediligere un’illuminazione che sfrutta la tecnologia LED, poiché consente di ottenere un risparmio energetico pari al 90% rispetto alle apparecchiature di vecchia generazione.

La scelta dei colori corrisponde ad un gusto personale, con un unico accorgimento per la zona dello specchio e del lavabo: al fine di evitare un’immagine falsata, è meglio inserire una luce bianca neutra.

Per i bagni dalle grandi dimensioni, invece, è possibile scatenare la propria fantasia e creatività prevedendo anche un’illuminazione colorata che crei effetti cromoterapici o giochi di luci.

come-illuminare-bagno

Come illuminare un bagno piccolo

Nonostante negli ultimi anni le dimensioni del bagno si siano ampliate notevolmente, tuttavia le case moderne hanno a disposizione ambienti sempre più piccoli; per questo spesso, si è costretti a sacrificare proprio la grandezza del bagno.

Nel caso ci si trovi in un ambiente piccolo, è necessario ricorrere ad alcuni stratagemmi per avere comunque un ambiente ben illuminato e accogliente.

Ecco alcuni consigli da tenere presente quando si deve decidere come illuminare un bagno piccolo:

  • Illuminare il bagno in modo scenografico e originale
  • Inserire applique ai lati dello specchio
  • Illuminare un bagno piccolo con gli specchi
  • Utilizzare il vetro nei rivestimenti del bagno
  • Prediligere il bianco per gli elementi dell’arredo bagno

Questi elementi, se ben progettati e posizionati all’interno del bagno, saranno in grado di illuminare al meglio anche lo spazio più angusto. Vediamo meglio nel dettaglio come fare.

come-illuminare-bagno-piccolo

Illuminare il bagno in modo scenografico e originale

Il punto luce a centro stanza è vecchio e ormai superato. In un bagno dalle dimensioni ridotte, è importante puntare su luci originali che possano catturare l’attenzione e dare carattere al piccolo spazio.

Sopra il lavabo è possibile collocare una sospensione di design, mentre gli elementi architettonici particolari, come soffitti in legno o mattoni, piastrelle geometriche e tridimensionali (elementi innovativi e di tendenza per l’arredo bagno del 2020), o pareti in pietra, devono essere correttamente valorizzati con appositi faretti.

Chi non ama lampadari ed applique, può puntare sulla luce indiretta. Questa illuminazione dona all’ambiente un’atmosfera piacevole e rilassante.

Inserire applique ai lati dello specchio

In un bagno dalle dimensioni ridotte, è possibile aggiungere personalizzazione e carattere inserendo delle applique ai lati dello specchio.

Il nostro consiglio è quello di fissarle in alto, quasi all’estremità della specchiera, in modo tale che il lavabo sia ben illuminato e sia possibile specchiarsi senza ombre e riflessi.

Le applique possono essere scelte in abbinamento con l’arredo bagno, oppure possono essere inserite come elemento di contrasto, andando a contribuire ad un arredamento fusion e di contrasto.

Vuoi supporto e aiuto per arredare il bagno? Contattaci e ti aiuteremo a realizzare il tuo progetto.


Illuminare un bagno piccolo con gli specchi

Gli specchi sono elementi in grado di ampliare notevolmente lo spazio e di conferire un’illuminazione di gran lunga maggiore. Inoltre, si tratta di un complemento d’arredo non troppo impegnativo che è in grado di apportare un’ idea di restyling del bagno importante.

Per utilizzarli al meglio, è necessario sfruttare la loro capacità di riflettere e moltiplicare la luce: in un bagno piccolo e buio, la soluzione migliore è quella di inserire uno specchio a tutta parete sopra il lavabo. Questo donerà subito una maggiore illuminazione alla stanza.

I faretti sono la scelta migliore quando si tratta di specchi, in quanto compatti e meno ingombranti; da posizionare orientati verso lo specchio per creare, ancora una volta, un’illusione ottica.

illuminare-bagno-con-specchi

Utilizzare il vetro nei rivestimenti del bagno

In un ambiente piccolo e scarsamente illuminato, una scelta strategica è quella di inserire rivestimenti lucidi, i quali sono in grado di riflettere meglio la luce.

I mosaici in vetro, per esempio, sono perfetti per ottenere questo risultato. Con questo tipo di rivestimenti, è importante essere molto attenti alle finiture: ci sono molti stucchi trasparenti e semilucidi che sono in grado di esaltare la lucentezza delle tessere. Questo trattamento consentirà di ottenere una fuga invisibile ed una parete a tutto vetro.

Prediligere il bianco per gli elementi dell’arredo bagno

Il bianco è il colore per eccellenza: dona luce e allarga otticamente lo spazio. Non a caso, è stato spesso utilizzato per creare bagni moderni total white.

Per coloro che temono di ottenere un ambiente asettico e poco ospitale, consigliamo di utilizzare questo colore per pareti, pavimenti e mobili, attenuando la rigidità con qualche elemento in legno chiaro.

Scarica-Guida-Nami-Bath

Come illuminare un bagno grande

Chi ha la fortuna di avere un bagno di ampie metrature, può permettersi il lusso di avere una maggiore libertà nella scelta dell’illuminazione. L’elemento di rischio, in questo caso, è di lasciare delle zone della stanza buie o poco illuminate.

Per assicurarsi di non incappare in questo errore, è importante tenere a mente questi consigli:

  • Illuminare bagni grandi con faretti da incasso e strip LED 
  • Usare le applique a LED per illuminare bagni ampi

Vediamo insieme come applicare questi consigli nel processo di progettazione dell’illuminazione per un bagno di grandi dimensioni.

Illuminare bagni grandi con faretti da incasso e strip LED

La regola generale, per bagni grandi e piccoli, è sicuramente quella di utilizzare due modalità di illuminazione differenti: una per la zona specchio e l’altra, più diffusa, per l’intera stanza.

È molto importante, inoltre, che all’interno dell’ambiente bagno non vi siano zone d’ombra. Nel caso di un bagno ampio, questa problematica si presenta in modo ancora più preminente.

Ecco perché la migliore scelta da fare è quella di intervenire con diverse tipologie di illuminazione, e utilizzare differenti luci ausiliarie come luci a led, faretti da incasso e strip LED, i quali sono in grado di percorrere tutta la metratura della stanza.

A meno che non vi sia un’area relax, è meglio evitare le lampade da terra. Infine, data la quantità di illuminazione necessaria, è consigliato utilizzare faretti a LED, che permetteranno di ottenere un risparmio energetico notevole.

come-illuminare-bagno-grande

Usare le applique a LED per illuminare bagni ampi

Le applique a LED sono ideali per i bagni di grandi dimensioni, conferendo un’atmosfera di design.

Nella maggior parte dei casi infatti, si tratta di soluzioni minimal, che sfruttano la lampadina come elemento protagonista: non mancano elementi ad alto impatto visivo, come rivestimenti particolari.

Nonostante questa grande versatilità, è importante curare la loro disposizione, in modo tale da evitare ombre o effetti controluce.

Cosa considerare per illuminare il bagno in modo efficace

In questo articolo, abbiamo visto come illuminare il bagno partendo da alcune regole generali, per poi approfondire alcuni accorgimenti da considerare quando ci si rapporta con ambienti dalle piccole e dalle grandi dimensioni.

Il primo aspetto da considerare è la diffusione della luce: la progettazione dell’illuminazione deve essere curata e analizzata nel dettaglio, in modo tale che la luce sia correttamente distribuita.

Per quanto riguarda la colorazione della luce, si può scegliere in base al proprio gusto personale, tenendo presente che per la zona del lavabo è consigliata una luce bianca neutra, per evitare alterazioni di incarnato.

Infine, in base alla dimensione della stanza, è possibile adottare alcuni particolari accorgimenti. Nel caso di un bagno piccolo, oltre ad utilizzare delle applique laterali allo specchio che assicurino una corretta illuminazione, è possibile migliorare l’illuminazione introducendo altri elementi: specchi, vetro ed elementi bianchi sono indispensabili.

I bagni di ampie metrature possono godere di un vasto ventaglio di scelte, quando si tratta di illuminazione: luci colorate, faretti LED e applique non solo sono di grande impatto, ma consentono anche di ottenere un risultato efficiente ed efficace.

Questi sono tutti i nostri consigli per la perfetta illuminazione del vostro bagno; ora non vi resta che iniziare a progettare e creare la stanza dei vostri sogni.

Scarica-Nuovo-Catalogo-Nami-Bath